Munnu. Un ragazzo del Kashmir – Malik Sajad

Quando ho letto il titolo di questo libro scorrendo distrattamente una pagina web sulle prime ho pensato che in qualche modo parlasse di Sicilia, perché in siciliano Munnu significa mondo. Invece siamo da tutt’altra parte, in tutt’altro contesto. Munnu è il soprannome del protagonista del racconto, che poi è l’autore stesso. Malik Sajad, in un graphic novel autobiografico di rara potenza, racconta se stesso, la sua famiglia e il suo paese perennemente conteso tra Pakistan e India.

Ogni giorno un intero popolo, qui significativamente raffigurato come cervi del Kashmir in estinzione, deve fare i conti con la presenza opprimente della polizia, il fanatismo religioso, una povertà schiacciante, la censura costante.

L’arte a Munnu scorre nel sangue, il padre è un abilissimo artigiano, ma decide di metterla al servizio di una causa anziché della tradizione. Quando scopre di avere talento per il disegno inizia a collaborare con un giornale su cui pubblica vignette satiriche di esplicito argomento politico. Munnu diventa così Sajad e ci schiude le porte di un mondo e di un popolo poco raccontato. Oppure raccontato dal punto di vista di chi lo governa (lui direbbe, e io anche: occupa, opprime).

Le vignette di Sajad sono spesso dolorose al limite della sopportazione, ci sono stati diversi momenti in cui ho dovuto interrompere la lettura perché stavo fisicamente male nell’apprendere quali sofferenze il popolo kashmiro ha subito e tuttora sopporta. Non ha reticenze nel mostrare i massacri, le esecuzioni, le torture. Ma le sue sono anche pagine piene di bellezza e di poesia. E soprattutto sono illuminanti: non sapevo tante cose e il libro è stata l’occasione per approfondirne alcune.

La storia del Kashmir, estremamente complessa e quasi sempre spaventosamente violenta, si scopre attraverso le vicende quotidiane della vita di Munnu e della sua famiglia. C’è anche molta tenerezza, specialmente quando il punto di vista è quello del piccolo Munnu che si innamora alla scuola coranica (e le prende) o corre a perdifiato in bicicletta superando i posti di blocco. Ma ci sono anche gli spietati rastrellamenti, i cortei funebri, la politica, la ribellione. Un po’ romanzo di formazione, un po’ reportage che riassume il destino di un intero popolo, è il libro sul Kashmir che non dovresti perdere per niente al mondo.

munnu ragazzo del kashmir

Dove: Kashmir
Quando: oggi
Titolo: Munnu. Un ragazzo del Kashmir
Autorə: Malik Sajad
Editore e anno: Add 2020
Genere: graphic novel
Acquistalo: Amazon Feltrinelli IBS Libraccio Mondadori

Se questo libro ti incuriosisce considera di acquistarlo tramite uno dei miei link di affiliazione. Il prezzo per te non cambia, a me viene riconosciuta una piccola percentuale sul tuo acquisto che userò per comprare altri libri da raccontarti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close

ioviaggioinpoltrona

#ioviaggioinpoltrona

ioviaggioinpoltrona © Copyright 2020. Made with ❤ by ZONZO
Close