Rapporto a Kazantzakis. La traversata di Creta a piedi – Luca Gianotti

Questo libro è un reportage di viaggio ma anche un omaggio al cretese più famoso, lo scrittore Nikos Kazantzakis. Rapporto a Kazantzakis ricalca il titolo dell’autobiografia dello scrittore, Rapporto al Greco. Raccontando la sua storia si rivolgeva a un conterraneo, il pittore Dominikos Theotokopoulos detto El Greco. Per Luca Gianotti Kazantzakis incarna lo spirito cretese che va cercando lungo il cammino attraverso l’isola, da Est a Ovest.

Prima di partire raccoglie un sassolino nero sulla spiaggia e se lo mette in tasca. Lo lascerà all’altro capo di Creta, alla fine del percorso che si conclude al monastero di Chrysoskalitissa. Significa scalino d’oro, secondo la leggenda solo i veri credenti potevano scorgerlo salendo. Un luogo di pace tutto bianco, a strapiombo sul mare. In mezzo, tra un capo e l’altro di Creta, un’avventura che vorrei replicare. Se interessa anche a te tutte le info sono su CretanWay.eu, tracce gps incluse.

monastero Chrysoskalitissa

Gianotti porta con sé il sassolino, un sacchetto pieno di frasi scelte dalla sua compagna da estrarre giorno dopo giorno e una domanda: cosa cerco? Dopo aver accompagnato altre persone per lunghi tratti della E4 cretese, questa volta ha una motivazione più personale. Intesse un dialogo con Kazantzakis alla ricerca dello spirito del luogo, certo, ma anche con se stesso.

Cerca la lentezza, non solo nei suoi passi ma anche negli abitanti che incontra per la via. Qualcuno si è lasciato sedurre dalle sirene del turismo di massa. Altri sono tornati all’essenza, hanno ricostruito radici e valori secondo la filosofia del σιγά σιγά, piano piano. È una delle prime cose che ho imparato in greco moderno: la mia insegnante ci incoraggiava a imparare piano piano, ma bene. Il greco l’ho imparato sigà sigà. Sigà sigà chiedevo di parlare ai greci durante i primi viaggi in cui praticavo la lingua, altrimenti non li capivo. Lo facevano tutti di buon grado, per aiutarmi.

Lo stesso spirito accogliente dimostrano all’autore i proprietari e gli avventori di ogni kafeneio sperduto, i contadini e i pastori degli altipiani, qualche vecchio amico conosciuto anni prima e nuovi personaggi. Come Alistair e Suzanne, due scozzes3 che hanno deciso di stabilirsi sull’isola e salvare gli asini abbandonati o troppo vecchi per lavorare ancora. O Antonis e Anna che sono tornati in montagna lasciando la città. Credono nella possibilità di un altro modo di fare turismo, più lento, attento, relazionale. Il libro è zeppo di incontri e di storie, del presente e del passato.

via cretese mappa

La mia storia preferita è quella di Nikos Xilouris, musicista cretese amatissimo in tutta Grecia le cui canzoni diventarono inni di rivoluzione durante la dittatura dei Colonnelli. Ho scoperto che partecipò a Sanremo nel 1966 in una sezione dedicata alla musica folk internazionale. Vinse con una canzone contro la guerra che poi è confluita nell’album Ta Antipolemika. Canzoni contro la guerra, appunto.

Sua è una delle versioni più famose di Πότε θα κάμει ξαστεριά, Quando tornerà il sereno, la Bella Ciao greca. La cantavano gli studenti che occuparono il Politecnico di Atene, l’inizio della fine del regime. La canzone risale all’800, ma qualcuno sostiene sia ancora più antica. Sono le parole di un partigiano che aspetta il ritorno della primavera per lasciare le montagne e riprendersi il suo paese. Si canta ancora oggi ogni volta che si scende in piazza. Clicca qui per sentirla a una manifestazione del 2013 contro i licenziamenti della rete televisiva ERT. Mi fa piangere tutte le volte che la sento.

Ovviamente si racconta anche il cammino vero e proprio, con le sue difficoltà e le sue bellezze. Dalle gole alle cime, dalle chiesette rurali sperdute ma sempre aperte per offrire riparo, ai villaggi in cui chiedere asilo e ristoro. Diversamente, si dorme sotto un ulivo. Gianotti mostra una parte dell’isola di cui più raramente si parla rispetto alle coste, alle spiagge, al mare. E cita Edward Lear, gran viaggiatore che percorreva in lungo e in largo il Mediterraneo: “tutta Creta è montagna”. Se leggi questo libro ci credi per davvero.

creta kazantzakis

Dove: Creta
Quando: oggi
Titolo: Rapporto a Kazantzakis
Autorə: Luca Gianotti
Editore e anno: Edizioni dei Cammini 2017
Genere: reportage
Acquistalo: Amazon Feltrinelli IBS Mondadori

Se questo libro ti incuriosisce considera di acquistarlo tramite uno dei miei link di affiliazione. Il prezzo per te non cambia, a me viene riconosciuta una piccola percentuale sul tuo acquisto che userò per comprare altri libri da raccontarti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This error message is only visible to WordPress admins

Error: No connected account.

Please go to the Instagram Feed settings page to connect an account.

Close

ioviaggioinpoltrona

#ioviaggioinpoltrona

ioviaggioinpoltrona © Copyright 2020. Made with ❤ by ZONZO
Close